Archivio della categoria: Fisco

trading

Le attività di trading online sono in crescita esponenziale e questo ha un impatto sui mercati finanziari, ma anche sulla formazione delle nuove tipologie reddituali. Da qui la necessità di definire le norme riguardanti la tassazione dei proventi derivanti dal trading online. E dunque, quale modello di dichiarazione dei redditi utilizzare? Come pagare le imposte Continua a leggere…

tasse forex_800x533

Le tasse nel forex trading coinvolgono diversi aspetti fiscali per le modalità di calcolo sui proventi, i modelli fiscali da utilizzare nel nostro paese e il regime presente sul proprio broker. Questi tre punti, tra l’altro, sono tra i più importanti per capire come comportarsi sui pagamenti dovuti e potersi concentrare solo sul trading in Continua a leggere…

tasse trading 2_800x600

Le tassazioni nel trading forex, prevedono un iter ben preciso e possono seguire due tipi di regimi come il sostitutivo e il dichiarativo, oltre che comportare il pagamento di una tassazione solo nel caso di plusvalenze. La normativa vigente, infatti, non prevede per il trader ulteriori adempimenti fiscali come l’apertura di una partita Iva o Continua a leggere…

tasse trading

Da un facile accesso mediante il canale del web di un investimento online sulle più importanti attività di trading come forex, CFD e opzioni binarie all’interno di siti autorevoli e sicuri autorizzati dai principali organi europei, è da considerare che tutti i proventi realizzati in merito sono soggetti ad una specifica tassazione. Per l’Italia, in Continua a leggere…

RAVVEDIMENTO OPEROSO contratto locazione

L’istituto del ravvedimento operoso consiste in un istituto che permette di subire una diminuzione della sanzione in caso di pagamento in ritardo. L’istituto opera anche con riguardo ai contratti di locazione, e più in particolare nel caso di omessa registrazione di un contratto di locazione. I contratti di locazione vanno registrati entro 30 giorni dal Continua a leggere…

ravvedimento omesso versamento iva

Chiunque sia soggetto passivo IVA è tenuto ai periodici versamenti della Tassa allo Stato. Se questi contributi non vengono versati regolarmente, cioè nel termine periodico o nella dichiarazione annuale, si va in mora e si rischia di essere sanzionato da parte dell’Amministrazione Finanziaria. La sanzione per omesso versamento Iva è fissa; essa viene calcolato sul Continua a leggere…

marca da bollo fatture

L’imposta di bollo consiste in una tassa che bisogna applicare, ai sensi del D.P.R. 642 del 1972, su fatture, note, ricevute, conti e documenti simili. L’imposta di bollo è una tassa indiretta disposta dalla legge sui consumi (per esempio, dove non si applica l’IVA) e come premessa ha l’esistenza di un atto, di un documento Continua a leggere…

rottamazione cartelle equitalia

Equitalia viene rottamata, il che significa che la famigerata agenzia di riscossione italiana se ne va, per lasciare il posto ad altro, ovvero all’Agenzia delle Entrate Riscossione (già soprannominata Equientrate). La Legge di Stabilità 2017 ha decretato la fine del sistema di riscossione italiano. Equitalia se ne va: che cosa cambia per il contribuente? Equientrate Continua a leggere…